NEWS

Qui si possono trovare le ultime news relative al Consorzio Oscar Romero e alla rete consortile.

23/12/2021 - SERVIZIO CIVILE: OPPORTUNITA’ PER 52 GIOVANI NEL SISTEMA CONFCOOPERATIVE

Sono rivolti a 52 giovani dai 18 ai 28 anni qui i progetti di servizio civile che saranno realizzati all’interno del sistema che fa capo a Confcooperative Reggio Emilia, con il coinvolgimento di 14 realtà del territorio (in prevalenza coop sociali) e 31 sedi di attività presenti in 13 comuni reggiani. I progetti - che per... ... leggi tutto

SERVIZIO CIVILE: OPPORTUNITA’ PER 52 GIOVANI NEL SISTEMA CONFCOOPERATIVE - 23/12/2021

Sono rivolti a 52 giovani dai 18 ai 28 anni qui i progetti di servizio civile che saranno realizzati all'interno del sistema che fa capo a Confcooperative Reggio Emilia, con il coinvolgimento di 14 realtà del territorio (in prevalenza coop sociali) e 31 sedi di attività presenti in 13 comuni reggiani.

I progetti - che per Confcooperative saranno organizzativamente curati dal Consorzio Oscar Romero - sono stati approvati dal Dipartimento per le politiche giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio e spaziano dai servizi educativi all'accrescimento del potenziale individuale di persone disabili, all'integrazione di adulti e minori migranti, da progetti sulla sostenibilità ambientale alle attività educative e sportive.

"Una grande rete - sottolinea il presidente di Confcooperative, Matteo Caramaschi - cui siamo profondamente grati per aver messo in campo tante opportunità di impegno per i giovani partendo da una dimensione di servizio alle persone, alle famiglie e ai più fragili che è un patrimonio straordinario per la comunità reggiana".

In queste aree, dunque, i giovani saranno impegnati soprattutto in cooperative sociali (Pangea, Dimora d'Abramo, L'Ovile, Coress, Albinea Insieme, Casa Gioia, Progetto Crescere, Laboratorio Lesignola, oltre che nel Consorzio Oscar Romero in Polveriera), in cooperative sportive (U.S. Saturno di Guastalla, G.S. Arsenal di Cadelbosco Sopra e Polisportiva Virtus Correggio, Heron) e presso la Fondazione Reggio Children.

Complessivamente, come si è detto, saranno 31 le sedi coinvolte su 13 comuni (Reggio Emilia, Albinea, Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia, Campegine, Canossa, Correggio, Guastalla, Novellara, Reggiolo, Rubiera e Scandiano).

Diversi progetti si svilupperanno avendo a riferimento le fragilità che riguardano, in particolare, i disabili e lo sviluppo delle loro abilità non pienamente espresse (i giovani impegnati in quest'area saranno 18), i rifugiati e i cittadini in condizione di marginalità sociale (4 giovani cureranno percorsi di integrazione e sostegno) e gli anziani ospiti di strutture residenziali (coinvolti 4 volontari per la costruzione di maggiori relazioni intergenerazionali e la traduzione in linguaggio artistico delle esperienze e delle storie degli anziani). Un progetto (per 4 giovani) prevede poi l'attivazione di nuovi servizi e relazioni comunitarie nel quartiere Mirabello/Ospizio.
Gli altri percorsi andranno invece a garantire maggiori opportunità educative e di crescita a minori provenienti da contesti vulnerabili. In questi 4 ulteriori progetti saranno complessivamente impegnati ben 16 volontari, che svilupperanno attività educative, sportive e ricreative (in particolare nella fascia 6-13 anni), attività sui temi della sostenibilità, percorsi interculturali in una scuola dell'infanzia e in una comunità per madri sole con figli, azioni di sostegno a minori ed adolescenti in situazione di disagio relazionale ed educativo.

Un volontario, infine, sarà impegnato in iniziative di educazione alla cooperazione nella sede di Confcooperative.

"Le opportunità in termini di esperienze e di luoghi si sono ulteriormente ampliate - sottolinea il presidente del Consorzio Oscar Romero, Valerio Maramotti - attraverso l'impegno delle organizzazioni che aderiscono al nostro progetto di Servizio Civile. La risposta, negli anni scorsi, è sempre stata numerosa, attenta e competente, confidiamo quindi che i giovani reggiani colgano questa possibilità che al tempo stesso significa un'occasione di conoscenza, impegno e possibilità di orientamento importante per loro e per le persone che beneficeranno dei progetti. Il Servizio Civile è partecipazione per costruire comunità, vicinanza, condivisione, competenze, cioè cittadinanza consapevole".
Le domande di partecipazione ai progetti vanno presentate, entro le ore 14 del 26 GENNAIO 2022, esclusivamente attraverso la piattaforma DOL (https://domandaonline.serviziocivile.it) e con il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Per maggiori informazioni, i giovani interessati possono rivolgersi al Consorzio Oscar Romero Tel.0522-440981; e-mail: scv@consorzioromero.org
Vuoi saperne di più sul Servizio Civile?

 

25/11/2021 - La riflessione di Felice Scalvini a 30 anni dalla legge che istituì le cooperative sociali

Il promotore del primo disegno di legge sulla cooperazione sociale in Confcooperative Reggio Emilia parla di origini, sviluppo e prospettive della cooperazione sociale. qui il link per ascoltare la riflessione di Felice Scalvini   ... leggi tutto

La riflessione di Felice Scalvini a 30 anni dalla legge che istituì le cooperative sociali - 25/11/2021

Il promotore del primo disegno di legge sulla cooperazione sociale in Confcooperative Reggio Emilia parla di origini, sviluppo e prospettive della cooperazione sociale.

qui il link per ascoltare la riflessione di Felice Scalvini

 

22/11/2021 - AUTISMO NEI BAMBINI, REGGIO ALL’AVANGUARDIA IN EUROPA

Reggio Emilia si conferma punto di riferimento primario per il progetto europeo dedicato ai bimbi che rientrano nello spettro autistico e al loro inserimento nel mondo della scuola.Al percorso formativo (in corso in questi giorni, con un ulteriore evento in programma il 9 dicembre) seguirà la predisposizione di una guida, in 4 lingue, destinata agli... ... leggi tutto

AUTISMO NEI BAMBINI, REGGIO ALL’AVANGUARDIA IN EUROPA - 22/11/2021

Reggio Emilia si conferma punto di riferimento primario per il progetto europeo dedicato ai bimbi che rientrano nello spettro autistico e al loro inserimento nel mondo della scuola.
Al percorso formativo (in corso in questi giorni, con un ulteriore evento in programma il 9 dicembre) seguirà la predisposizione di una guida, in 4 lingue, destinata agli insegnanti, "con l'obiettivo - sottolinea la presidente di Progetto Crescere, Patrizia Fantuzzi - di offrire strumenti di reale supporto a chi opera all'interno della scuola per sostenere l'inserimento scolastico di bambini che scontano difficoltà e disagi e ai quali, nei Paesi partner del progetto, con la sola esclusione dell'Italia, sono tuttora riservare scuole o classi speciali che non rientrano nel normale ordinamento".
L'iniziativa comunitaria (Effective methodology of teaching for children with ASD from mainstream schools) coinvolge 4 Paesi (Italia, Irlanda del Nord, Grecia e Romania) e, in questo percorso, l'Italia è rappresentata dalla cooperativa sociale reggiana Progetto Crescere (servizi educativi e sanitari) che, dopo aver curato la formazione di 26 esperti che nei rispettivi Paesi andranno a loro volta a formare gli insegnanti.

19/11/2021 - La legge 381/91 compie trent'anni.

Compie trent’anni la legge 381 che ha istituito le cooperative sociali. Fu approvata dal Parlamento l’8 novembre 1991.  Confcooperative Reggio Emilia celebra l’evento con una riflessione comune insieme ai protagonisti di questa storia. Per partecipare iscriversi qui. Felice Scalvini in Impresa Sociale:“E’ momento di bilanci. Per quanto mi riguarda il periodo è più lungo, quasi quarant’anni, perché... ... leggi tutto

La legge 381/91 compie trent'anni. - 19/11/2021

Compie trent'anni la legge 381 che ha istituito le cooperative sociali. Fu approvata dal Parlamento l'8 novembre 1991. 

Confcooperative Reggio Emilia celebra l'evento con una riflessione comune insieme ai protagonisti di questa storia. Per partecipare iscriversi qui.

Felice Scalvini in Impresa Sociale:
"E' momento di bilanci. Per quanto mi riguarda il periodo è più lungo, quasi quarant'anni, perché fu nella primavera del 1982 che curai la redazione del primo Disegno di Legge, poi presentato nell'estate a un seminario della Fondazione Zancan per un primo confronto e infine depositato in parlamento dall'on. Salvi nel settembre successivo. (...)

A trent'anni dalla promulgazione della 381, la cooperazione sociale presenta dunque - a parer mio - un bilancio in chiaroscuro. Un bilancio fatto di un formidabile successo nello sviluppo dei servizi e nella affermazione dell'approccio imprenditoriale alle attività di welfare, ma spesso troppo orientato a soddisfare le richieste della pubblica amministrazione. Quindi una cooperazione sociale non altrettanto efficace nella diffusione generalizzata di forme di impresa comunitaria in grado di coagulare le risorse di un territorio in modo equilibrato, dinamico ed efficiente per rispondere ai bisogni dei cittadini tutti, in particolare quelli più bisognosi.

È questo però un tema che nel nuovo scenario determinato del Codice del Terzo settore la cooperazione sociale, oggi riunita nella struttura unitaria della Alleanza Cooperativa Italiana, ha la possibilità di riprendere con rinnovata determinazione. L'art. 55 offre infatti una straordinaria opportunità per uscire dalla trappola del sistema concorrenziale imposto dalla PA e recuperare formule imprenditoriali profondamente integrate con le comunità di riferimento. Potendo contare sull'esempio e sull'esperienza delle numerose realtà che in questi anni hanno comunque operato in questo modo, spesso ottenendo anche ottimi risultati sul piano imprenditoriale. Una nuova stagione dunque si apre. Si apre forse una stagione che potrà portare la cooperazione sociale tutta ad essere ciò che quarant'anni fa, quando iniziò il proprio percorso, sognavamo potesse essere. Uno strumento di profonda trasformazione del nostro Paese nel segno della solidarietà e di un nuovo modo di fare impresa.

 

18/11/2021 - SIAMO I CIVIC PLACES: LA POLVERIERA E’ STATA SELEZIONATA DA FONDAZIONE ITALIA SOCIALE PER LA PRIMA MAPPA ITALIANA DEI LUOGHI DELL'IMPEGNO CIVICO

Si è conclusa la prima campagna nazionale per la scoperta e la valorizzazione dei luoghi civici in Italia, i CIVIC PLACES, iniziativa promossa da Fondazione Italia Sociale insieme a SEC Newgate, Touring Club Italiano e SkyTG24. Tra le oltre 200 segnalazioni raccolte, un comitato di esperti ha selezionato i luoghi più belli, attivi e inclusivi.... ... leggi tutto

SIAMO I CIVIC PLACES: LA POLVERIERA E’ STATA SELEZIONATA DA FONDAZIONE ITALIA SOCIALE PER LA PRIMA MAPPA ITALIANA DEI LUOGHI DELL'IMPEGNO CIVICO - 18/11/2021

Si è conclusa la prima campagna nazionale per la scoperta e la valorizzazione dei luoghi civici in Italia, i CIVIC PLACES, iniziativa promossa da Fondazione Italia Sociale insieme a SEC Newgate, Touring Club Italiano e SkyTG24. Tra le oltre 200 segnalazioni raccolte, un comitato di esperti ha selezionato i luoghi più belli, attivi e inclusivi.
La Polveriera di Reggio Emilia è tra questi. La mappa dei CIVIC PLACES è stata consegnata dai vertici della Fondazione al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La Polveriera è tra i 10 luoghi selezionati nell'ambito dell'iniziativa CIVIC PLACES, la prima campagna nazionale per la scoperta e la valorizzazione dei luoghi civici in Italia promossa da Fondazione Italia Sociale insieme a SEC Newgate, Touring Club Italiano e SkyTG24.
Tra i CIVIC PLACES vi sono l'eco-Ostello di Locri e la Casa della legalità "Emanuele Riboli" a Manerba del Garda, beni confiscati alla mafia ora trasformati in luoghi simbolo della cultura della legalità. E ancora, il Piccolo museo del diario di Pieve Santo Stefano, uno scrigno che custodisce migliaia di storie di vita, nonché centri culturali come il Farm Cultural Park di Favara e La Polveriera di Reggio Emilia dove poter rigenerare, produrre, imparare.
La mappa completa dei luoghi che hanno ricevuto il marchio CIVIC PLACES è stata presentata il 16 novembre da SkyTG24 ed è disponibile sul sito www.becivic.it e su Stendhapp, l'app per il turismo e la cultura - ispirata alla sindrome di Stendhal - che aiuta a scoprire la bellezza del territorio in tutte le sue forme.
Lo scorso 26 ottobre il presidente di Fondazione Italia Sociale Vincenzo Manes, la vicepresidente Cristina De Luca e il segretario generale Gianluca Salvatori hanno consegnato la mappa dei CIVIC PLACES al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
I CIVIC PLACES sono stati selezionati da un comitato composto da membri di Fondazione Italia Sociale, Touring Club Italiano e Fondazione Adriano Olivetti secondo i seguenti criteri di valutazione obiettivi: significato civico, capacità evocativa e accessibilità. Altri indicatori hanno poi costituito un valore aggiunto: sostenibilità del modello proposto, partecipazione (ampiezza e composizione dei partenariati promotori) e capacità di essere al centro di un progetto di comunicazione.
Valerio Maramotti presidente del Consorzio Romero e Ilaria Nasciuti presidente di Polveriera, sottolineano: "Siamo davvero contenti di partecipare a questa campagna. Contiamo che questa prima mappa italiana dei CIVIC PLACES ne promuoverà la conoscenza e motiverà alla visita, valorizzando tutto il territorio. È un'esperienza che può essere di ispirazione e riflessione, stimolando la segnalazione di altri CIVIC PLACES per ampliare e arricchire ulteriormente la mappa di luoghi, belli, attivi e inclusivi; una rete che sempre più possa innervare il nostro Paese ".

 

Fondazione Italia Sociale è una fondazione di diritto privato, costituita con la legge di riforma del Terzo settore (legge 106/2016) e operativa da marzo 2018. Nasce con lo scopo di aumentare le risorse private da dedicare a iniziative e progetti sociali di dimensioni e impatto di rilevanza per tutto il Paese.
La Fondazione favorisce la collaborazione tra realtà, persone e risorse, pubbliche e private, promuovendo interventi su scala nazionale con una prospettiva di sostenibilità nel tempo. Sostiene e realizza attività di studio e ricerca e progetti culturali, per dare voce ai temi di maggiore rilevanza sociale e civile.
Fanno parte di Fondazione Italia Sociale: Aon Italia S.p.a., Artefice Srl, Bain & Company, Banca Mediolanum S.p.A., BCG - The Boston Consulting Group S.p.A., Class Editori S.p.A., Comin & Partners, Deloitte Italy, S.p.A., Fondazione Adriano Olivetti, Fondazione Etica, Fondazione Noi-Legacoop Toscana, Fondazione Snam, Gatti Pavesi Bianchi - Studio Legale Associato, Generali Assicurazioni, Iccrea Banca S.p.A., Iccrea Banca, IGT Lottery, Intek Group Sp.A., Intesa Sanpaolo, Invitalia, Italo Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A., KME Italy SpA, KPMG S.p.A., LUISS, Libera Università Internazionale degli Studi Sociali - Guido Carli, Pedersoli Studio Legale, Pirelli, Sec Newgate, TBWA Italia, Unicredit Foundation.
Partner Promotori SEC Newgate, Sky Italia, Touring Club Italiano
Sostengono la campagna CIVIC PLACES ACLI Lombardia, Avanzi Sostenibilità per Azioni, Artefice Group, Class Editori, Comitato Nazionale Housing Sociale Italia, Fondazione Adriano Olivetti, ITALO Ntv, LABSUS, Lo Stato dei Luoghi, MuseImpresa, StendhApp