PROGETTI

PERCORSI DI CITTADINANZA E LEGALITA' - 01/01/2011

Edizione 2010/2011:

Convegni, seminari, conferenze, spettacoli

Direzione Amministrativa: Consorzio Coop.vo "O. Romero"

Corsi di Cittadinanza e Legalità
Mentre ha già vissuto alcuni appuntamenti di grandissimo rilievo con l'edizione 2011/2012, il progetto "Percorsi di cittadinanza e legalità", promosso dal Consorzio Oscar Romero in collaborazione con Confcooperative, ha con cluso le attività 2010/2011 con un bilancio senza precedenti.
Avviatosi nel settembre 2010 e conclusosi in questi giorni, il progetto - finalizzato a creare maggiore sensibilità e mobilitazione rispetto ai fenomeni di criminalità organizzata e a creare una più forte cultura della legalità - ha proposto 77 incontri, 27 dei quali destinati in modo esclusivo alle scuole e 50 aperti anche al pubblico.
"La partecipazione - sottolinea Mauro Ponzi, presidente del Consorzio "Romero" e membro del Consiglio di presidenza di Confcooperative - è andata in entrambi i casi oltre ogni previsione: a ciascuna delle 27 manifestazioni per gli studenti (incontri di testimonianza nelle scuole e approfondimenti con il modulo "Storie & saperi contro le mafie") hanno mediamente partecipato 150 ragazzi, che sono risultati anche la componente più attiva anche negli incontri pubblici con autori di opere sulla mafia e rappresentanti delle istituzioni, del mondo accademico e delle professioni". "Grazie ad una straordinaria collaborazione degli insegnanti, che anche in questo caso si è rivelata fondamentale - prosegue Ponzi - ai 50 appuntamenti hanno infatti mediamente partecipato 250 studenti e 50 cittadini, alimentando una riflessione ed un dibattito che ha tra l'altro portato i ragazzi reggiani alla ribalta nazionale". "Nell'ambito del concorso nazionale dedicato all'imprenditore Libero Grassi nel ventennale della morte per mano di mafia - spiega il presidente del "Romero" - l'Istituto "Zanelli" di Reggio Emilia ha ricevuto una menzione speciale e, in dono, una lavagna multimediale immediatamente utilizzata per un videocollegamento con Palermo proprio in occasione della premiazione".
Le azioni hanno coinvolto una quindicina di scuole tra licei, istituti superiori e medie inferiori: Ariosto e Spallanzani, Moro, Canossa, Chierici, Scaruffi, Nobili, Secchi, Cattaneo di Castelnovo ne' Monti, Russel di Guastalla, scuole medie di Gualtieri, Brescello, Bibbiano e Reggiolo, cui si sono aggiunti altri istituti e scuole di Forlì, Modena, Cento di Ferrara, Parma e Piacenza.
"La convinta partecipazione di tanti insegnanti - osserva Ponzi - ha consentito una partecipazione molto attiva degli studenti, che hanno elaborato tanti lavori sulla legalità, diversi per tematiche e linguaggi: dall'approfondimento storico-filosofico a quello tecnico-economico, ricorrendo anche a diversi linguaggi artistici quali la musica, la poesia, la pittura, la fotografia, la recitazione".
La direzione scientifica del progetto, affidata alla dr.ssa Rosa Frammartino, ha seguito questi intereventi laboratoriali, accompagnando tutta l'azione progettuale con bibliografia e filmografia, rassegne stampa, film e documentari in dvd, testi scientifici e narrativi funzionali agli approfondimenti e nucleo fondativo della "Biblioteca della legalità".
Alcuni dei lavori realizzati dagli studenti possono essere visionati su www.cortocircuito.re.it.
Educazione alla Legalità 2010_2011.pdfEducazione alla Legalità Relazione Finale.pdf